La Banca Mondiale prevede di cessare i propri investimenti nei combustibili fossili

In occasione del "One Planet Summit" di Parigi il 12 dicembre 2017, la Banca Mondiale (World Bank Group – WBG) ha annunciato che non supporterà più economicamente l'estrazione di petrolio e gas a partire dal 2019.

 

Questo fatto rappresenta un colossale cambiamento strategico per il WBG. La banca, infatti, sovvenziona l’estrazione di materie prime come gas e petrolio in paesi in via di sviluppo onde evitarne la corruzione e lo sfruttamento. Il budget totale del WBG ammonta a circa $280 miliardi.

 

Per le energie rinnovabili in generale e le pompe di calore in particolare si tratta di un passo importante nella direzione giusta, poiché le sovvenzioni e gli investimenti nei combustibili fossili rappresentano uno degli ostacoli maggiori al loro sviluppo.

 

http://heatpumpingtechnologies.org

 

Agenda

Traduttore Freddo/Climatizzazone